Itinerari

  • La mano e la pietra
    A PIEDI IN BICI IN AUTO A CAVALLO IN MOTO

    Via Roma (Palazzuolo sul Senio)

    Web www.manidimanu.com
    Mail kazanga70@libero.it

    LA MANO E LA PIETRA di ELENI EMANUELE Da diversi anni, tra le mie espressioni artistico, artigianali, c’è anche quella di caratterizzare alcuni luoghi montani dell’appennino palazzuolese, per mezzo di graffiti e bassorilievi dipinti, eseguiti su rocce in prossimità di sentieri percorsi da escursionisti di ogni genere, utilizzando un robusto martello e alcuni taglienti scalpelli, successivamente grazie all’uso di smalti sintetici, i soggetti oltre che un certo rilievo, acquistano anche colore.

  • Il Ghetto
    A PIEDI

    Via Androne Dogana Vecchia (Palazzuolo sul Senio)

    IL GHETTO E’ uno degli angoli più appartati del paese ma non per questo meno suggestivo. Posto all’inizio della scalea che conduce alla chiesa di Santo Stefano,sulla sinistra,vi si accede attraverso un arco che immette nella piccola corte interna attraverso un passaggio coperto denominato Androne della Dogana Vecchia.

  • Itinerario alla scoperta di Tito Chini
    A PIEDI

    Partenza: Piazza Alpi (Palazzuolo sul Senio)

    Web www.palazzuoloperlearti.it/tito_chini.php
    Mail info@palazzuoloperlearti.it

    ALLA SCOPERTA DI TITO CHINI I suoi lavori sono conservati in vari luoghi all'interno del territorio di Palazzuolo sul Senio dando luogo ad un vero e proprio percorso alla scoperta di questo artista: - Campo Santo - Chiesa di Santo Stefano - Casa Bianconcini - Cappella Strigelli - Cappella Caduti - Chiesa di Sant'Antonio

  • I luoghi di Dante nella Romagna Toscana
    A PIEDI IN BICI IN AUTO A CAVALLO IN MOTO

    Partenza: Piazza Alpi (Palazzuolo sul Senio)

    Tel. 0558046125
    Web it.wikipedia.org/wiki/Badia_di_Santa_Maria_a_ ...
    Mail turismo@comune.palazzuolo-sul-senio.fi.it

    Nella bella valle del Fiume Montone, nella Romagna Toscana, scorre il fosso dell'Acqua Cheta che da origine a questa bella cascata e che ispirò il Sommo Poeta Dante Alighieri.

  • Per ammirare e meditare
    A PIEDI IN BICI IN AUTO A CAVALLO IN MOTO

    Partenza: Piazza Alpi (Palazzuolo sul Senio)

    Tel. 0558046125
    Web it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Chiese_di_Pal ...
    Mail turismo@comune.palazzuolo-sul-senio.fi.it

    Per ammirare e meditare CHIESA DI S. BARTOLOMEO APOSTOLO A LOZZOLE Lungo la vecchia strada comunale che portava alla Colla di Casaglia, in una sella del monte, sorge Lozzole, risalente al 1500, restaurata da un sacerdote romagnolo e da volontari, la chiesa ha riacquistato la sua bellezza. Immersa totalmente nel verde, è senz’altro luogo di meditazione. SANTUARIO DELLA MADONNA DELLA NEVE DI ACQUADALTO Ad un chilometro dal paese, si arriva alla frazione di Acquadalto dove sorge il Santuario della Madonna della Neve, affidato alle cure della Congregazione delle Suore Ancelle di Maria e risalente al XV secolo. ORATORIO DEI SANTI ANTONIO DA PADOVA E CARLO BORROMEO L’Oratorio è una costruzione seicentesca con un portico a tre archi, sormontata da un campanile a vela. All’interno è presente una Via Crucis in ceramica di Tito Chini. Oggi è utilizzato per eventi durante la stagione primaverile – estiva. CHIESA DI S. STEFANO La chiesa di Santo Stefano è l’attuale parrocchia del paese. Forse di origine pagana (sarebbe dimostrata da una lapide – dispersa durante la ricostruzione dopo la guerra – sulla quale erano scolpiti una forbice ed un pesce), risale al IV secolo. CHIESA DI S. GIOVANNI BATTISTA DECOLLATO A MISILEO Prendendo la statale 306 verso Casola Valsenio si arriva, prima del confine con l’Emilia Romagna, alla Pieve di Misileo, intitolata a San Giovanni Battista Decollato, importante insediamento di epoca antica. CHIESA DEI SANTI EGIDIO E MARTINO A SALECCHIO A tre chilometri dal centro abitato, direzione Marradi, si trova Salecchio dove la chiesa, dedicata ai Santi Egidio e Martino, sorge costruita sulle rovine di un antico castello degli Ubaldini. Restano alcuni ruderi in prossimità della chiesa.

  • Questo viaggio chiamavamo amore...
    IN AUTO

    Partenza: Piazza Alpi (Palazzuolo sul Senio)

    Web www.firenzeturismo.it/territorio-mugello/sull ...
    Mail turismo@comune.palazzuolo-sul-senio.fi.it

    Campana nacque a Marradi il 20 agosto 1885 da Giovanni Campana e Francesca Luti. Campana espresse il suo "male oscuro" con un irrefrenabile bisogno di fuggire e dedicarsi ad una vita errabonda. Dino Campana muore in ospedale, sembra per una forma di setticemia, causata probabilmente dal ferimento con un filo spinato durante un tentativo di fuga, il primo marzo del 1932. La salma è sepolta nel cimitero di San Colombano, nel territorio di Scandicci. Visse un intenso amore con la scrittrice Sibilla Aleramo nella frazione di Casetta di Tiara dove, con una targa con il verso “…Erano le sue rose erano le mie rose Questo viaggio chiamavamo amore Col nostro sangue e con le nostre lagrime facevamo le rose…”, viene ricordato. Il Centro Studi Campaniani è l’associazione di Marradi, paese del poeta, sorta nel 1989 con lo scopo di costituire un centro di documentazione riguardante la vita e l’opera dell’artista. All’interno ospita il Museo “Artisti per Dino Campana” con una raccolta di opere pittoriche e scultoree ispirate ai testi campaniani e una mostra bibliografica campaniana permanente. Sono visitabili il martedì e venerdì dalle ore 17,00 alle ore 19,00 e previo appuntamento anche in altro orario e altri giorni. Saranno visitabili inoltre nelle domeniche di ottobre e dicembre dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle 15,00 alle 19,00. Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” Via Castelnaudary, 5 - 50034 Marradi (Fi) Tel. 055 8045943 - centrocampana@tiscali.it

  • Pietra serena e Steve Jobs
    IN BICI IN AUTO IN MOTO

    Web www.comune.firenzuola.fi.it/opencms/opencms/M ...
    Mail museopietraserena@comune.firenzuola.fi.it

    Steve Jobs, durante un viaggio in Italia, rimase tanto colpito dalla pietra serena usata per i marciapiedi fiorentini, da volerla assolutamente per tutti gli Apple Store del mondo. Così la famiglia Bartolomei, titolare della ditta Il Casone, la cava arenaria grigio-blu scelta da Steve Jobs e Ron Johnson per sostituire la pavimentazione in legno dei punti vendita con la mela a partire dal 2002, ha vinto il premio Steve Jobs BTO 2011 nella quarta edizione di BTO - Buy Tourism Online. L’azienda fiorentina Il Casone, vanta già importanti realizzazioni in Italia e all’estero, come ad esempio le riqualificazioni di Piazza Unità d’Italia a Trieste, Piazza De Ferrari a Genova, dell’Aula Magna dell’Università Bocconi a Milano, del Museum of Modern art di New York, della Cité du Retiro di Cartier a Parigi, oltre a numerose ville private, residenze showroom e sedi aziendali. Con questo premio BTO intende riconoscere alla famiglia Bartolomei un ruolo e una partecipazione in un progetto che trascende il puro ambito architettonico e di interior design ma entra di diritto in una grande storia contemporanea, narrata da un grande visionario, le cui idee sono sempre in grado di cambiare il mondo. Il Museo della pietra serena di Firenzuola raccoglie le testimonianze dell'antica tradizione scalpellina e dell'importanza che la pietra serena ha avuto, da sempre, per lo sviluppo della Comunità. Il Museo, fondato il 19 dicembre del 1999, è un tributo all'abilità dei maestri scalpellini di Firenzuola ed una celebrazione della pietra serena, materiale che ha rivestito un'importanza fondamentale nella storia e nella tradizione scalpellina di Firenzuola. È ospitato nei locali seminterrati della Rocca, riportati alla luce in seguito ad un intervento di restauro della Piazza, ed accoglie i visitatori con un’esposizione di artisti contemporanei. Il percorso inizia con una sezione dedicata ai “paesaggi di pietra” e prosegue con il “lavoro in cava” nel quale si racconta l’estrazione della pietra, per passare poi alla sezione successiva dedicata ai “manufatti del quotidiano”: oggetti delle case contadine e del lavoro; uno spazio “virtuale” presenta un’abitazione contadina, soffermandosi sugli elementi architettonici tipici di queste zone. Piazza Don Stefano Casini, n. 4 - 50033, Firenzuola (FI) Telefono: +39 055 8199477 (Pro Loco)

  • Un giorno al Museo
    A PIEDI IN AUTO IN MOTO

    Web www.mugellotoscana.it/it/musei/i-musei-del-mu ...
    Mail turismo@comune.palazzuolo-sul-senio.fi.it

    Museo Archeologico Alto Mugello (Palazzuolo sul Senio) Il Museo Archeologico si trova all’interno del Palazzo dei Capitani e documenta il passato più antico e meno noto del territorio delle alte valli del Senio, Lamone e Santerno. Ci sono reperti per lo più raccolti in giacitura secondaria ma che rivestono una grande importanza nel comprensorio dell’Alto Mugello poiché consentono di riempire un vuoto di millenni documentando una continuità di frequentazioni umane anche nei luoghi più impervi dell’Alto Mugello. Museo delle Genti di Montagna (Palazzuolo sul Senio) Il Museo delle Genti di Montagna, sempre all’interno del Palazzo dei Capitani, raccoglie circa 800 documenti e oggetti a testimonianza degli usi e dei costumi del passato. Vi sono esposte macchine ed attrezzi agricoli, oggetti d’uso comune, mobili e quant’altro riguardava la vita quotidiana dei nostri contadini e artigiani. Museo della Pietra Serena (Firenzuola) Il Museo della pietra serena di Firenzuola raccoglie le testimonianze dell'antica tradizione scalpellina e dell'importanza che la pietra serena ha avuto, da sempre, per lo sviluppo della Comunità. È ospitato nei locali seminterrati della Rocca, riportati alla luce in seguito ad un intervento di restauro della Piazza. Museo artisti per Dino Campana (Marradi) La città natale del grande maestro Dino Campana, non poteva che non dedicare un museo e un centro sudi per far conoscere le opere di questo grande poeta. La sua più grande opera è stata la raccolta dei "Canti Orfici". Il Museo mostra una collezione di artisti contemporanei che si sono ispirati dalle poesie del poeta.